LinkedIn Marketing, ci hai mai pensato?

LinkedIn Marketing in che senso?”, ti starai chiedendo. Ormai è sotto gli occhi di tutti: LinkedIn continua ad aggiungere funzioni e a migliorare l’esperienza degli utenti. Ecco perché può essere un ottimo strumento per fare marketing.

LinkedIn al momento è il più grande social network del web a carattere professionale, diventato rapidamente uno strumento indispensabile per chi cerca opportunità di lavoro, di carriera o per chi è alla ricerca di nuovi clienti per la propria attività.

 

Iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro e accedere alle preziose informazioni riservate ai nostri utenti.

 

Che tu sia un coach o un consulente (SEO, marketing, social marketing, ecc…), che tu sia un programmatore di App o un cuoco, LinkedIn può aiutarti ad aumentare il tuo giro d’affari: presumibilmente stai già sfruttando il potere del web, ma sappi che non puoi assolutamente fare a meno di un buon profilo LinkedIn.

 

Leggi anche “I migliori corsi online di digital marketing

 

Creare un profilo professionale equivale ad avere una vera e propria vetrina personale per promuoversi a potenziali clienti e datori di lavoro, e in più potrai:

  • Creare e gestire una tua personale rete di contatti di persone importanti che potranno agevolarti nello sviluppo.
  • Partecipare a gruppi di discussione per il tuo settore, la tua nicchia di mercato e la tua attività.
  • Individuare e contattare potenziali clienti, fornitori e nuovi datori di lavoro.
  • Intrecciare rapporti professionali significativi.

LinkedIn ti porterà diversi benefici: ti offrirà visibilità, rafforzerà il tuo personal branding e la percezione del tuo nome sul mercato, ti darà la possibilità di fare network e di rintracciare contatti che fisicamente non raggiungi.

Insomma, per avere una buona fonte inbound di lead generation sul mercato dei freelance e una qualità nella gestione del blogging non c’è niente di più efficace da utilizzare di LinkedIn.

Ci sono coach che ottengono risultati incredibili da questa piattaforma: cercheremo di analizzare le strategie chiave che possono aiutarti a rendere il tuo profilo più visibile ai potenziali clienti.

 

Leggi anche “5 qualità fondamentali di un Executive Coach

 

Ottimizza il tuo profilo

Se vuoi aumentare il tuo volume d’affari tramite LinkedIn, la prima cosa che devi fare è creare un profilo che attragga i clienti e che sia funzionale nel tono e nello stile. Che significa?

Devi fare in modo che il sommario, i titoli e le descrizioni utilizzino un linguaggio comune e semplice, che corrisponda a ciò che i tuoi potenziali clienti potrebbero trovare quando ricercano una figura del tuo tipo.

Sono stato in giro per il mondo e non sono soltanto un motivatore,” sostiene John Hawkins, business coach per i brand e i personaggi più importanti al mondo. “Sono ben più che un leadership coach, e i miei clienti lo sanno e io lo so. Ma allo stesso tempo, è questo che la gente cerca quando va su LinkedIn. Perciò, per essere trovato, per lasciare questa porta aperta, non utilizzo un linguaggio forbito o termini che possano sembrare d’effetto ma che sono in realtà inefficaci. Piuttosto, utilizzo cose semplici e dirette.”

Ad esempio, l’intestazione del suo profilo LinkedIn presenta la seguente descrizione: “Executive Coach | Life and Business Strategist | Motivational Speaker.”

Già dalla prima occhiata al suo profilo, si capisce immediatamente che lavoro fa John Hawkins e, soprattutto, termini come “Executive Coach” e “Motivational Speaker” sono i più ricercati dai clienti su LinkedIn, quanto meno oltreoceano.

Cosa cercherebbe un tuo cliente su Google se cercasse qualcuno che offra i tuoi servizi?

Nel caso cercasse un consulente SEO probabilmente digiterebbe “SEO Specialist”, giusto?

 

A proposito di SEO Specialist, leggi “7 motivi per rivolgersi a un consulente SEO

 

Perciò anche se utilizzare descrizioni come “Aiuto le persone a posizionare i siti web” possa sembrarti una buona idea, sappi che nessuno cercherà una frase del genere quando vorrà rivolgersi a un coach su LinkedIn! Insomma, ottimizzazione anche su LinkedIn. 😉

Dimostra la tua autorità: non basta proclamarla

Secondo Hawkins un altro aspetto fondamentale dell’utilizzo di LinkedIn per fare coaching è contribuire alle discussioni nei gruppi di professionisti che vengono spesso visitati dai potenziali clienti.

All’interno di tali gruppi, sono attivo almeno due volte a settimana, accedo e commento o pubblico qualcosa nel gruppo” sostiene. “Mi sono costruito un incredibile quantità di contatti di alta qualità grazie alle interazioni sul gruppo. Infatti, sono rimasto enormemente sorpreso dal livello di interazione [con i potenziali clienti] che si è creato come risultato diretto dei miei commenti e dei miei post all’interno di gruppi specifici.

Questa strategia è valida per ogni forma di interazione su qualsiasi social network: non devi vedere i gruppi come un’opportunità per spammare e per fare commenti auto celebrativi. La gente è in grado di accorgersi della natura pubblicitaria di queste azioni, e non vengono ben viste.

Risulterai molto più credibile e autorevole se invece offrirai consigli validi ed esprimerai il tuo punto di vista in maniera disinteressata. Scegli bene le conversazioni nelle quali “infilarti” e i commenti più adatti, cerca di interagire con le persone che vorresti diventassero tuoi clienti.

 

Iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro e accedere alle preziose informazioni riservate ai nostri utenti.

Dati di LinkedIn e Lead

Per via del fatto che LinkedIn possiede un incredibile numero di dati su chiunque, non ti sarà difficile individuare le persone con le quali è meglio interagire e investire il tuo tempo.

Vale lo stesso per la condivisione di contenuti. Quando pubblichi o condividi un articolo su LinkedIn hai un’occasione di dimostrare la tua esperienza e offrire un certo valore, ottenendo ulteriori opportunità di farti conoscere da potenziali clienti che ti apprezzeranno e si fideranno di te.

Non sottovalutare di utilizzare gli insights e i tool analytics di LinkedIn per scoprire chi apprezza, commenta e condivide i tuoi post. Ti sarà più facile rivolgerti ai professionisti che hai coinvolto con i tuoi contenuti e avviare una conversazione che interesserà i tuoi servizi.

Così facendo, creerai un contesto per una conversazione nel quale i tuoi potenziali clienti sono già più propensi al dialogo e alla conversione.

Insomma, il potere del social marketing è ormai sotto gli occhi di tutti, e nulla va lasciato al caso. Non credi?

 

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro e accedere ad altre preziose informazioni riservate ai nostri utenti.

 

 

Leggi anche: