Generazione Millennials: cos’è? Chi sono i Millennials?

La Generazione Millennials, o Generazione Y, comprende i nati tra il 1980 e il 2000, attualmente nella fascia d’età 15-35 anni. I Millennials sono la prima generazione della storia che presenta adulti che abbiano dimestichezza con la tecnologia digitale e conoscano in maniera spontanea la comunicazione digitale. I Millennials vengono prima della assai diversa Generazione Z, (nati dopo l’anno 2000), e dopo la Generazione X, quella dei nati tra il 1960 e il 1980.

Generazione Millennials: come trovare lavoro da giovani in un mondo che continua a cambiare?

Non c’è dubbio,” sostiene Madeleine Burry di thebalance.com, “il panorama del mondo del lavoro per i millennials è molto diverso rispetto a quello delle generazioni precedenti.

Il tasso di disoccupazione è ancora molto alto se confrontato con i lavoratori più anziani ed esperti. E a differenza dei baby boomer e della generazione X, i millennials non sono in grado di mantenere lo stesso impiego per molti anni, guadagnando esperienza e promozioni lungo il proprio percorso.

I classici consigli per cercare lavoro non sono perciò adatti a questa generazione, spesso vittima dell’instabilità delle aziende. Inoltre, molti millennial sono costretti ad accettare impieghi al di sotto delle proprie capacità per via di un mercato piccolo e competitivo in cerca di lavoratori entry level con scarsa esperienza.

Ecco quindi alcuni consigli pratici per avere successo nel cercare lavoro, mirati ad affrontare questa realtà lavorativa dal punto di vista dei millennials.

 

Scopri se tra le informazioni riservate ai nostri utenti c’è qualche altra guida che fa al caso tuo: iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro 2.0

 

Identifica le tue necessità cercando di restare flessibile

Il primo passo nel cercare lavoro è un obiettivo: Che lavoro vuoi fare? Considerando questa domanda, tieni presente il lavoro che vuoi svolgere nel quotidiano, lo stipendio di cui hai bisogno, e che tipo di filosofia aziendale si adatta meglio alle tue esigenze.

 

Se non lo hai ancora fatto, Fai il nostro Skill Game, un test per scoprire le tue Skill e potenzialità che ti farà capire verso cosa indirizzarti

 

Ma attenzione a non caricarti di aspettative e di obiettivi, al momento, fuori dalla tua portata: il tuo primo impiego (ma a volte anche il secondo o il terzo) potrebbe non essere ciò che immagini. E va bene così: questi ruoli ti permetteranno di acquisire skill, esperienza e costruire così il tuo futuro lavorativo.

Non aspettarti che il tuo percorso segua il classico passaggio da posizioni junior a senior.

È possibile che tu debba svolgere diversi lavori prima di arrivare alla posizione dei tuoi sogni: un tirocinio non retribuito che ti serve per fare esperienza, un impiego a salario minimo per pagare le bollette, e qualsiasi altra cosa che ti aiuti a sviluppare la tua carriera piuttosto che una classica posizione entry-level.

Sviluppa un network e utilizzalo per cercare lavoro

I millennials sono la generazione dei social, e il tuo network di contatti sulle principali piattaforme social può fare ben altro che aggiornare il proprio status. I contatti sono molto utili: potrebbero condividere un’offerta di lavoro o presentarti a qualcuno. Ecco qualche consiglio per sfruttare questi network:

  • Iscriviti a LinkedIn: l’account base è gratuito, e questo social è fondamentale per cercare lavoro. Le aziende lo utilizzano per cercare potenziali candidati, e il sito propone anche annunci di lavoro. Ne abbiamo parlato approfonditamente qui: “LinkedIn Marketing: come utilizzare LinkedIn per promuoversi al meglio?
  • Ripulisci le tue pagine social: certo, non devi dare un’immagine inesatta di te né impersonale, ma occhio ai contenuti offensivi, sciocchi, di cattivo gusto. I datori di lavoro potrebbero controllarli, e se non troveranno altro che foto nei bar o battute volgari potrebbero non assumerti.
  • Partecipa ad eventi fieristici: Ti interessa un campo in particolare? Partecipa agli eventi a tema, i contatti possono portarti a ottenere conoscenze che potrai sfruttare nel lavoro ottenendo dei colloqui.

 

Tra le informazioni riservate ai nostri utenti potrebbe esserci qualche altra guida che fa al caso tuo: iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro.

 

Affronta le difficoltà

Cercare lavoro può essere molto frustrante: perché scrivere una lettera di presentazione se le informazioni sono tutte nel cv? Perché ti vengono poste domande le cui risposte sono tutte elencate nel cv? Perché tutte queste formalità?

Ciò è molto frustrante in particolare per i millennials, che hanno la tendenza a ridurre i passaggi più inutili. Ma per le vecchie generazioni, questa praticità viene vista come pigrizia, e pensano che ci si rifiuti di fare gavetta e si sia incapaci di comprendere gli obblighi.

Assicurati di non saltare questi passaggi quando cerchi lavoro:

  • Presenta la tua candidatura in maniera adeguata: leggi la descrizione dell’offerta di lavoro con attenzione prima di inviare il cv, e assicurati di includere tutte le informazioni richieste.
  • Controlla, controlla e ricontrolla: bisogna fare attenzione ai dettagli. Un refuso o un qualsiasi errore nella tua candidatura può farti perdere un’occasione.
  • Ulteriori indicazioni per il colloquio. Vestiti in maniera adeguata, spegni il telefono, saluta e comportati educatamente. Non portare altre persone con te – genitori o altri – se vai a un colloquio di lavoro.
  • Preparati per il colloquio. I datori di lavoro si aspettano che tu sia pronto per il colloquio: devi conoscere quali sono le classiche domande e sentirti a tuo agio nel rispondere, ed è bene essere a conoscenza delle attività dell’azienda. Leggi “Come rispondere alle classiche 10 domande da colloquio
  • Controlla il sito dell’azienda e articoli di giornale nei quali viene citata, dai un’occhiata anche alle sue pagine sui social e al suo blog.
  • Manda un messaggio di ringraziamento. Questo è il trucco finale, una dritta che funziona. La persona con la quale parlerai durante il colloquio si aspetta un messaggio di ringraziamento (via mail o scritto a mano), non farti sfuggire un’occasione per ribadire che sei il candidato ideale.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sappi che potrai leggere molte altre guide nonché preziose informazioni riservate ai nostri utenti per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro 2.0: iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy

Leggi anche:

Leggi tutto su: