Come cambiare lavoro? Ottimizza la ricerca di un nuovo impiego con la nostra guida

Come cambiare lavoro? Per la maggior parte delle persone, cercare lavoro non è facile, che sia la prima volta o l’ennesima non fa differenza. È normale ed umano sentirsi sopraffatti e non avere idea da dove, e da cosa, cominciare. Cercare lavoro è sia un’arte che una scienza, una scienza che richiede tempo, pianificazione, preparazione, e molta testa.  

La realtà è che cercare lavoro è faticoso e scoraggiante. Ma se hai un approccio sistematico il processo ti risulterà molto più pratico, e riuscirai a ottenere ciò che desideri.

Innanzitutto occorre pianificare una strategia. Ecco una guida passo passo che ti consiglierà come cambiare lavoro in maniera intelligente e proficua.

 

Cerca di capire quale lavoro fa per te

Prima di chiederti come cambiare lavoro, devi capire che tipo di lavoro vuoi fare. Facendolo saprai meglio cosa cercare.

Quando cominci a cercare lavoro, la descrizione, le responsabilità e i requisiti contano molto più del titolo, perché il titolo e i ruoli variano da azienda ad azienda.

Sebbene sia bene candidarsi a varie offerte, non conviene perder tempo nel candidarsi per impieghi per i quali non sei qualificato.

 

Se non lo hai ancora fatto, Fai il nostro Skill Game, un test per scoprire le tue Skill e potenzialità che ti farà capire verso cosa indirizzarti

Definisci le tue priorità

Definisci le tue priorità prima di cominciare a cercare lavoro. Per prima cosa metti in risalto gli aspetti fondamentali, ad esempio l’ubicazione dell’azienda e il tempo che impiegherai per raggiungere il luogo di lavoro, il guadagno medio e eventuali benefit, e ogni altro fattore che non ritieni negoziabile.

Poi, prepara una lista delle cose che apprezzeresti. Ad esempio, stai cercando una determinata mentalità aziendale? Preferisci lavorare per una grande azienda o per una startup? Vuoi lavorare in un team ristretto o molto grande?

Porsi queste domande a priori ti aiuterà a intraprendere decisioni migliori.

 

Scopri se tra le informazioni riservate ai nostri utenti c’è qualche altra guida che fa al caso tuo: iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro 2.0

Se ti stai licenziando

A meno che tu non abbia i mezzi finanziari per farlo, non licenziarti finché non hai trovato un nuovo impiego e prepara una buona spiegazione della tua decisione in vista di futuri colloqui. Inoltre, assicurati di far coincidere il momento del tuo licenziamento con il nuovo inizio.

 

Se hai perso il lavoro

In questo caso, evita di far entrare in contatto il precedente datore di lavoro con chi potrebbe assumerti, a meno che il tuo ex capo non sia disposto a parlar bene di te.

Questo vale sopratutto per chi è stato licenziato per tagli del budget o per ristrutturazioni aziendali. Anche nelle prime fasi, è bene preparare una buona risposta a una delle domande più temibili in sede di colloquio: Perché è stato licenziato?

 

Dai un’occhiata a questo articolo: “Cosa fare per cambiare lavoro: 6 utili consigli

 

Imposta i tuoi obiettivi e organizzati

Cercare lavoro è un processo faticoso, è facile stancarsi. Imposta degli obiettivi ragionevoli, decidi a quante offerte ti candiderai ogni settimana. Forse dovrai fare dei sacrifici, alzarti molto presto, o sfruttare la pausa pranzo per cercare lavoro.

Organizzati e annota ogni impiego per il quale ti sei candidato per non perdere traccia.

Preparati a parlare di te

Non importa il perché tu voglia cambiare, metti la tua storia lavorativa nero su bianco e imparala a memoria.

Racconta il tuo background in maniera convincente, e preparati a spiegare le ragioni che ti spingono a cambiare lavoro, in che misura il cambiamento ha a che vedere con i tuoi obiettivi professionali, e perché ti ritieni il candidato ideale per un determinato impiego.

Ripulisci i tuoi profili online

È molto importante considerare le informazioni che pubblichiamo sul web e sui social. Un datore di lavoro potrebbe cercare il tuo nome su Google e consultare i tuoi profili Facebook, Instagram, Twitter, e Snapchat.

È sempre consigliabile mantenere tutti i profili social con configurazioni private se si cerca lavoro. L’unica eccezione, ovviamente, è LinkedIn.

Il tuo profilo LinkedIn dovrà essere estremamente professionale e aggiornato con le tue esperienze e qualifiche. Prenditi il tempo di preparare una buona descrizione che attiri l’attenzione del personale delle risorse umane.

Leggi la nostra utilissima guida per costruire un profilo LinkedIn interessante: “LinkedIn Marketing: come utilizzare LinkedIn per promuoversi al meglio?

Prepara un cv e una cover letter

Devi preparare un buon cv di base ben formattato e ricontrollato prima di cercare lavoro. Potrai poi modificarlo in modo tale da evidenziare esperienze o capacità più rilevanti per il tipo di offerte alle quali ti candiderai.

 

Fatti ispirare dall’articolo: Come scrivere il CV perfetto: 9 utili consigli

 

Anche se è difficile preparare una cover letter, perché deve essere personalizzata per ogni singolo impiego per il quale ti candiderai, anche in questo caso puoi prepararne una generica da modificare all’occorrenza.

 

Leggi anche: “Tre esempi di cover letter da allegare al CV

Referenze

Alcuni impieghi per i quali ti candiderai potrebbero richiedere delle referenze a testimonianza delle tue capacità. Contatta i tuoi referenti prima che possa farlo il tuo potenziale datore di lavoro e chiedi loro se sono disponibili a parlargli di te.

Esplora ed espandi il tuo network

Il networking può rivelarsi un ottimo modo per ottenere un lavoro. Il tuo network può includere ex colleghi, dirigenti, clienti, compagni di università, amici, amici di amici, familiari, vicini di casa e chiunque tu conosca.

Sebbene siano sempre preferibili individui che conosciamo di persona, anche i tuoi contatti social possono tornarti utili. Verifica se qualcuno di loro lavora per un’azienda che ti interessa.

Se credi che il tuo network sia troppo piccolo, cerca di allargarlo. Avrai più possibilità di assunzione se conosci qualcuno che lavora all’interno di una determinata azienda, perciò è bene investire il tuo tempo nel fare nuove conoscenze piuttosto che candidarsi a caso per diverse posizioni.

Puoi farlo aumentando le tue attività online (tipo iscrivendoti a gruppi Facebook a tema, o partecipando alle discussioni su LinkedIn o sui forum) oppure praticando attività nel quotidiano o partecipando a eventi.

 

Tra le informazioni riservate ai nostri utenti potrebbe esserci qualche altra guida che fa al caso tuo: iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro 2.0

E adesso comincia a cercare lavoro

A questo punto dovresti già essere riuscito ad individuare che lavoro vuoi fare, e come cercarlo. Hai controllato la tua immagine online? Le tue referenze sono tutte disponibili? Il cv è pronto, e hai preparato una buona cover letter da modificare all’occorrenza? Bene: ora è il momento di candidarsi.

Ci sono molti siti sui quali cercare lavoro, i più interessanti sono:

  • InfoJobs.it
  • it.indeed.com
  • www.careerjet.it
  • www.careerbuilder.it
  • it.jobrapido.com
  • lavoro.trovit.it
  • ma soprattutto www.linkedin.com/jobs

 

Se sai di voler lavorare per una determinata azienda, puoi cercare offerte direttamente sul suo sito. La maggior parte delle aziende ha una sezione dedicata alle posizioni disponibili, di solito denominata “Lavora con noi” all’interno del menu del sito che viene aggiornata con le posizioni aperte.

Ricorda che la maggior parte delle candidature al giorno d’oggi sono online, perciò dovrai inserire una versione digitale del cv e della cover letter. Assicurati di utilizzare un indirizzo mail dall’aspetto professionale. Sembra banale, ma abbiamo visto indirizzi email imbarazzanti a dir poco! Meglio utilizzare il proprio nome e cognome.

Preparati al colloquio

Il passaggio successivo sarà fare un buon colloquio. Forse dovrai sostenerne diversi, di solito si comincia per telefono e poi di persona. Non improvvisare. Preparati per bene e assicurati di:

  • Aver letto attentamente la descrizione dell’offerta, concentrandoti su responsabilità e requisiti. Saper spiegare in che maniera sei in grado di svolgere un determinato lavoro.
  • Indaga riguardo all’azienda, cerca di capire la sua mission e dimostra di essere aggiornato riguardo a notizie che la riguardino.
  • Esercitati a rispondere alle classiche domande che vengono poste in sede di colloquio.

 

A tal proposito ti raccomandiamo di leggere l’articolo “Come rispondere alle classiche 10 domande da colloquio

Preparati al colloquio telefonico

Per un’intervista telefonica, devi considerare di aver bisogno di almeno 45 minuti. Assicurati di avere davanti a te il tuo cv e la tua cover letter. Assicurati che ci sia campo per il tuo cellulare, se hai a disposizione una linea fissa cerca di utilizzarla per una migliore qualità audio.

Preparati a un colloquio di persona

Per un colloquio di persona, è bene presentarsi con 10 minuti di anticipo con una copia stampata di cv e cover letter. Assicurati di essere ben vestito e esprimiti in maniera educata e professionale dimostrando un certo entusiasmo per l’offerta e per l’azienda.

 

Leggi “Come presentarsi ad un colloquio di lavoro

 

Valuta le offerte

Una volta ottenuta un’offerta, è giunto il momento di valutare le opzioni. Riconsidera le tue esigenze e le tue priorità e confrontale con ciò che ti viene offerto. Considera aspetti pratici come lo stipendio, i benefit, le ferie, la mentalità aziendale, il tempo che impiegherai per raggiungere il luogo di lavoro e il comportamento delle persone con le quali lavorerai.

Se sei confuso puoi preparare una lista di pro e contro, altrimenti, la cosa migliore è sempre seguire l’istinto, anche quando stai per cambiare lavoro.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sappi che potrai leggere molte altre guide nonché preziose informazioni riservate ai nostri utenti per rimanere aggiornato sul mondo del lavoro 2.0: iscriviti GRATUITAMENTE a Social Academy

 

Leggi anche:

Leggi tutto su: